Prescrizione INPS ancora i piazzisti in azione al MIT Questa è la loro campagna elettorale

Roma -

 CONTRIBUTI INPS CHE FARE? ISTRUZIONI PER L’USO

 Primo:  stare lontano dai "venditori di pentole".

 L’USB è stata la prima sigla nel MIT a lanciare l’allarme a tutti i lavoratori sulla possibilità della prescrizione di eventuali contributi non versati da parte dell’Amm.ne, e grazie al proprio intervento ha ottenuto intanto di far slittare l’applicazione della norma in merito al 2019. </big>

Tale iniziativa ha fatto però emergere come i dati in possesso dell’INPS, che ricordiamo è subentrato all’INPDAP, spesso contengano errori ed omissioni che rischiano di comportare calcoli errati delle nostre future pensioni che vanno risolti.

Ma in questi giorni si aggirano i soliti spacciatori di tessere sindacali in cambio di assistenza,  (ricordate il nostro comunicato sugli "Spacciatori di CAF" ?  vedi sotto  quelli che cercavano con tali mezzi tesseramenti sindacali di fine anno)  ai quali vi invitiamo a sbattere la porta in faccia.

Infatti la prima procedura predisposta dall’INPS per segnalare eventuali errori o omissioni è abbastanza semplice e può essere svolta “fai da te” certamente come azione immediata.

E’ sufficiente infatti dotarsi del PIN dell’INPS (una semplice password).

 Il PIN si può richiedere:

1.presso le sedi INPS (in tal caso, il PIN sarà dispositivo);

2.online, attraverso la procedura di richiesta PIN;

3.tramite contact center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile.

 

Una volta in possesso del Pin basta accedere al sito www.inps.it entrare nella propria area personale “Entra in My INPS” e nel box “cerca” digitare la sigla “RVPA” (richiesta variazione posizione assicurativa) ed accedere così alla procedura con la quale potete, cliccando nel box “azioni” – “modifica periodo”, segnalare le eventuali anomalie anno per anno, ed allegando scansione di eventuale documentazione.

Qualora, come molti, non foste in possesso di copia dei CUD, e quindi non in grado di verificare l’esattezza dei dati, il consiglio è di scrivere per ogni anno di contribuzione nella sezione note “si segnala una anomalia nei dati in possesso dell’INPS e si richiede verifica”, in modo da costringere l’Ente pensionistico a segnalare il problema al Ministero. Il MIT, a quel punto, sarà costretto a reperire i dati dal Ministero dell’Economia e Finanze per certificare il dato, come peraltro attestato dal Capo del personale del MIT con apposita circolare, che per opportunità alleghiamo alla presente.

La USB non abbassa certo la guardia e sta verificando attraverso le proprie strutture INPS ed in tutti i Ministeri che le procedure di allineamento tra amministrazioni procedano, anche ipotizzando un nuovo spostamento dei termini prescrittivi qualora le Amministrazioni non ottemperassero, tuttavia la a procedura non risulta complessa e quindi si può fare  da soli in prima battuta.

Nel caso ci fossero aspetti più complessi poi ognuno che lo riterrà necessario potrà rivolgersi (con calma e dopo le elezioni di aprile! )  ai CAF e centri servizi ma pretendendo prima che sia l'Amministrazione dello stato a risolvere in problema creato non per responsabilità dei lavoratori.

Poi ovviamente anche noi come USB abbiamo  CAF e centri Servizi che vi aiuteranno senza prendervi in giro o chiedervi tessere a priori e voti RSU...   USB Servizi CAF di Base

Qui a fondo pagina riportiamo nuovamente la circolare dei giorni scorsi chiesta all'Amministrazione  MIT che introduce qualche elemento informativo nuovo sulle procedure ed intenzioni dell'Amministrazione anche per il MIT. 

 Roma, 06 febbraio2018

USB Pubblico Impiego Ministero Infrastrutture e Trasporti