Assemblea generale: passaggi area lavoratori ausiliari e Cassa Assistenza e Previdenza lavoratori MIT

Si è svolta il 23 maggio u.s. una assemblea romana molto partecipata dei lavoratori del ministero Infrastrutture e Trasporti con successivo corteo dei lavoratori interno nella sede di Via Nomentana del Ministero  sui temi:

  • Passaggio di area lavoratori ausiliari

  • Finanziamento Cassa Assistenza e Previdenza dei Lavoratori

A seguire il comunicato stampa della USB Pubblico Impiego ed in allegato il comunicato congiunto di tutte le OO.SS. che sostengono la protesta.

 

COMUNICATO STAMPA USB Pubblico Impiego

MINISTERO INFRASTRUTTURE: USB, BASTA AL MANSIONISMO

Dalla protesta dei lavoratori primi risultati per una riqualificazione che non costerebbe un Euro in più allo Stato.



Ben 800 dipendenti del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti svolgono da 20 anni mansioni superiori, ma la loro riqualificazione rimane bloccata nonostante questo passaggio di area non costerebbe un Euro in più alle casse dello Stato.
Sancito da un accordo del 2008, il passaggio è stato in seguito bloccato dalla Funzione Pubblica.

Il Ministro Matteoli, distintosi per una proliferazione di consulenti e strutture di missione, non ha mosso un dito per sostenere le rivendicazioni di questi lavoratori impegnati negli uffici della Motorizzazione civile e dell'intero Ministero.

C'è voluta una partecipatissima assemblea di lavoratori, che ieri nella
sede di Via Nomentana hanno dato poi vita ad un rumoroso corteo interno fino agli uffici di Matteoli, per ottenere un incontro su questo ed altri problemi dei dipendenti, come il mancato sostegno dell'Amministrazione e del Ministro all'istituto storico della Cassa Assistenza e Previdenza malattie per i lavoratori, da sempre finanziata con risorse interne.

Nell'incontro, conclusosi nel tardo pomeriggio di ieri, il Capo di Gabinetto, Consigliere Claudio Iafolla, si è impegnato all'apertura di un tavolo per  recuperare l'accordo del 2008 e che individui entro un mese la possibilità di far affluire ulteriori fondi, anche dai capitoli di bilancio del ramo ex  Infrastrutture del Ministero, per alimentare la Cassa Assistenza e Previdenza.

L'Unione Sindacale di Base, che ha più volte stigmatizzato la pessima   conduzione delle relazioni sindacali da parte del Ministero delle  Infrastrutture e Trasporti, continuerà a sostenere le giuste rivendicazioni dei lavoratori che con la loro protesta hanno recuperato il diritto ad un
confronto finora eluso, e le funzioni di pubblica utilità in capo al dicastero: protezione civile, sicurezza stradale, sicurezza delle infrastrutture, utilizzo delle risorse interne e politiche di risparmio e di efficienza.

Roma, 24 maggio 2011

Ufficio Stampa USB
Rossella Lamina
web: ufficiostampa.usb.it
e-mail: ufficiostampa@usb.it

27 maggio 2011 Aggiungiamo sotto in allegato la sopraggiunta convocazione delle OO.SS. per il giorno 30 maggio p.v.  con argomenti all'o.d.g. "accordo passaggio Personale Area A" progressioni economiche ed altro.

Invitiamo tutti i lavoratori del Ministero alla massima partecipazione alle iniziative prossime.



UNA PRIMA  VITTORIA!  Sotto in allegato il testo dell'accordo per il passaggio di tutti i lavoratori dalla prima alla seconda area sottoscritto il 30 maggio 2011 da inviare ora  al vaglio degli organi di controllo.

Le parti hanno peraltro dato assenso a poter procedere intanto e comunque al passaggio all'interno dell'area di tutti i lavoratori ex area A con decorrenza gennaio 2009 in quanto i posti per il passaggio entro l'area A erano disponibili per tutti. Cioè in "stralcio" rispetto alle aree II e III, per le quali bisognerà attendere le definitive graduatorie che vedranno la luce solo dopo lo "sbroglio" del  complicato problema della valutazione degli incarichi di difficile e non indolore soluzione (contenzioso), come la USB aveva facilmente previsto.

Nella stessa giornata del 30 maggio è stato rifirmato (non dalla USB per le motivazioni già documentate a suo tempo) una nuova ipotesi di accordo nazionale FUA 2010 Ministero Infrastrutture e Trasporti modificato, per superare le eccezioni ultime degli organi di controllo  mosse alla ipotesi precedente.

 Vedi sotto notizia  "ACCORDO FUA 2010 Ministero Infrastrutture e Trasporti  - ipotesi 30 maggio 2011 "

(Il testo dell'accordo è disponibile nella sezione Contratti accordi FUA Normativa)