UMC DELLA CAMPANIA - USB PROCLAMA LO STATO DI AGITAZIONE

Napoli -

 

CONTINUA IL VERGOGNOSO RICATTO AI LAVORATORI DELLA MOTORIZZAZIONE CIVILE DELLA CAMPANIA - USB PROCLAMA

 

LO STATO DI AGITAZIONE

Aggiornamento riunione del 3 agosto con le OOSS a fondo pagina.

 

L'arroganza dei responsabili dell'Amministrazione MIT raggiunge ormai livelli inediti ( qui il nostro precedente comunicato link al sito USB MIT).

Procedono decisi “a testa bassa” e nascondono la causa della “malamministrazione” attraverso i ricatti al personale. Infatti per mano del Capo del Personale, Ing. Alberto Chiovelli, i vertici del MIT hanno comminato giovedì u.s. disposizioni perentorie ai lavoratori distaccati degli UMC della Campania, recapitando lettere ad personam dai contenuti simili ad una vera e propria estorsione, mettendoli di fronte ad una scelta più surreale che difficile. E tutto questo con un blitz in pieno periodo di ferie e imponendo un termine inderogabile di 10 giorni per l'opzione.

Il solerte funzionario, con l'avallo del Ministro Graziano del Rio, rimasto silente ad ogni istanza di chiarezza posta dai lavoratori del MIT, agisce con modalità inquietanti sia nel metodo che nel meriUSB_Info_UMC_riunione_del_3_ag..to e, prima comunica che annullerà tutti i distacchi dal 31 dicembre p.v. poi, contestualmente già che c'è, propone agli stessi distaccati la possibilità di manifestare una disponibiltà ad essere nuovamente assegnati in un altra città per... combattere la corruzione. Ovviamente, si precisa, sarà l'Amministrazione a valutare discrezionalmente le “scelte” effettuate... (vedi qui la nota ricatto per estorcere l'opzione)

MA I LAVORATORI E LE LAVORATRICI NON CI STANNO: GLI STRAPAGATI VERTICI DELL'AMMINISTRAZIONE NON POSSONO GIOCARE CON LA DIGNITA' DELLE PERSONE. IL MALAFFARE E' UN FENOMENO DA AFFRONTARE CON TUTTI I MEZZI POSSIBILI MA COERENTI, ANCHE ATTRAVERSO LA DETERMINAZIONE NUOVA AL CONTRIBUTO ED ALL' IMPEGNO RESPONSABILE DI TUTTI E TUTTE.

Le suddette missive personali, che peraltro presentano vizi formali, che i legali USB stanno valutando, (modalità di notifica, incongruenza nella scelta, ecc.) sono evidenziati i riferimenti al Piano Triennale Anticorruzione del MIT (punto 3.4) ed al Piano Naz. Anticorruzione dell'ANAC.

Come specificato nelle linee guida dell'Agenzia, la rotazione dei dipendenti è una delle azioni cruciali da mettere in campo per la lotta alla corruzione. Ma, come evidenziato dall'ANAC stessa, la mera rotazione del personale, se non si aggrediscono le cause preponderanti della corruzione, in un determinato contesto, è inefficace se non persino dannosa perchè rischia di mascherare i problemi reali, come le inefficienze e la mancanza di controlli effettivi. (vedi qui nota MIT)

Inoltre le norme ed il Piano anticorruzione MIT stesso prevedono l'informazione adeguata alle OO.SS. sui criteri della rotazione, informativa che è mancata. Pertanto la USB PI ha chiesto l'immediata sospensione della procedura di mobilità “volontaria” richiesta al personale e di avviare un tavolo di informazione e confronto serio sia sulle iniziative di contrasto ai fenomeni di malaffare, che sulla stessa mobilità nel MIT.

Contestualmente in esito alle assemblee dei giorni scorsi nelle sedi principali di Napoli UMC e Salerno UMC la USB Pubblico Impiego ha indetto lo STATO DI AGITAZIONE  di tutto il personale UMC della Campania comunicando ai Prefetti della 5 province la protesta e chiedendo l'avvio delle procedure di raffreddamento

Decideremo con i lavoratori la prosecuzione ed il sostegno a tutte le iniziative di lotta nella PIENA CONSAPEVOLEZZA che la questione non riguarda solo i distaccati di questo o quell'Ufficio, ma tutti i lavoratori MIT, che intendono accompagnare i propri vertici verso percorsi corretti, avviando così un efficace contrasto a corruzione e malamministrazione in tutti i delicati settori del MIT.

Esecutivo USB MIT


 AGGIORNAMENTO 20 LUGLIO 2016

ATTIVITA' ANTICORRUZIONE UMC CAMPANIA E TRASFERIMENTO DEL PERSONALE DISTACCATO - L'AMMINISTRAZIONE CONVOCA A FERRAGOSTO.

Con la nota che sotto si allega il Direttore del personale del MIT convoca le OO.SS. per il pomeriggio del 3 agosto alle ore 16,00.

La notizia positiva è che per la prima volta, da quando insediato, il titolare della delegazione di parte Pubblica MIT omette di indicare l'orario di fine della riunione.  E' già un  passo avanti del nostro Capo del Personale verso una più consapevole interpretazione del proprio ruolo nei confronti delle rappresentanze dei lavoratori.

La notizia negativa è che si viene convocati su un argomento di tale importanza (se capiamo bene di che si tratta) in pieno periodo di ferie.

E non si ravvisa peraltro l'urgenza, in quanto nè il Ministro nè il Capo del Personale hanno minimamente agito,  revocando o sospendendo la indegna rilevazione/ricatto della scelta alla cieca di una diversa città come sede di servizio "proposta" al personale distaccato della Campania come misura anticorruttela.
Si ricorda che i termini dell'eser
cizio dell'opzione di 10 giorni, (a parte l'improbabile decorrenza dalla 'notifica',  dipendente da quando i colleghi hanno letto la posta istituzionale) dovrebbero scadere venerdì p.v..

Peraltro l'ordine del giorno espresso nella convocazione è doppiamente ambiguo:

--problematiche sollevate dalla UIL/PA  e dalla USB/PI in merito alla "situazione della Regione Campania"
--applicazione del decreto legislativo 116/16


 Il d.lgs 116/16 è recente provvedimento governativo sul licenziamento fulmineo,  secondo il duo Madia/Renzi,  dei cosiddetti "furbetti del cartellino",  secondo la definizione dei media fatta propria ora anche dallo  stesso alto funzionario dello Stato nostro Capo del Personale (vedi recente circolare)
 
Tralasciamo il secondo punto su cui diremo con successivo comunicato, sottolineando qui meramente il fatto che si fondono in una riunione unica i  due argomenti in modo piuttosto improprio.

Sul primo punto invece,  in ipotesi più sostanziale ed attuale e sicuramente meno effimero, apprendiamo quindi ora che esiste una "situazione della Regione Campania".

La USB ha chiesto immediatamente di rinviare la riunione del 3 agosto opportunamente a dopo il termine della pausa feriale come di rito, reiterando nel contempo la richiesta di sospensione dell'iniqua suddetta proced
USB_Info_UMC_riunione_del_3_ag..ura e di convocare le OO.SS. del MIT non sulla base di una imprecisata 'situazione in Campania',  ma sulle modalità che i vertici di questo Ministero intendono adottare per combattere la corruzione.  
I dipendenti lo pretendono la difesa della loro dignità e della serenità lavorativa lo esige.

Non c'è più tempo nè margini per l'azione ambigua dell'Amministrazione :   l'arroganza nasconde la debolezza dell'Amministrazione attuale e del passato e questo è il vero problema per tutti i lavoratori del MIT e dei cittadini che dal MIT meritano un servizio pubblico, efficiente, migliore e soprattutto liberato dalle piaghe del malaffare e della malagestione che pure esistono.

Vi terremo informati. La USB stà valutando con i propri delegati e con i lavoratori tutte le iniziative di contrasto al fine di condurre l'operare del MIT verso un percorso corretto.
l'Esecutivo USB MIT

Aggiornamento riunione sindacale 3 agosto
ATTIVITA' ANTICORRUZIONE UMC CAMPANIA A  MEZZO DEL TRASFERIMENTO DEL PERSONALE DISTACCATO - L'AMMINISTRAZIONE SENZA PIU' UNA GUIDA POLITICA E' COSTRETTA A PERSEVERARE,
MA INANELLA ERRORI SU ERRORI
Spunta una proposta (dichiarazione di intenti congiunta ? ) alle OO.SS da sottoscrivere entro domani venerdì 5 agosto.

Con la nota deI giorni scorsi il Direttore del Personale ing. Alberto Chiovelli, titolare della delegazione di parte pubblica MIT, ha convocato  le OO.SS. ieri 3 agosto con ordine del giorno:   ... leggi tutto nel comunicato sotto allegato USB Info UMC riunione del 3 agosto - perseverare...


La USB Pubblico Impiego MIT ha respinto la nota proposta alle OO.SS. nella riunione del 3 agosto per un "accordo" che impegna  le  Organizzazioni sindacali del MIT a  trasferire  100 lavoratori degli UMC della  Campania.

LA USB MIT ritiene la nota da sottoscrivere inaccettabile nel metodo perchè aggira la normativa contrattuale sui trasferimenti per mobilità del personale del dicastero  e nel merito perchè mira a discriminare ulteriormente le lavoratrici ed i lavoratori attraverso l'antico metodo del ricatto e della "contrattazione diretta" con il datore/padrone,  cercando l'avallo dei soliti sindacati "gialli" consenzienti.

La nostra sigla, ha confermato lo stato di agitazione dei dipendenti UMC Campania,  reiterando la richiesta al Ministro di sospensione delle procedure, di un urgente tavolo sulla mobilità dei lavoratori del MIT di un confronto urgente  sulle misure anticorruzione da adottare.

Esecutivo USB Pubblico Impiego Ministero Infrastrutture e Trasporti

Roma, 8 agosto 2016