ACCORDO FUA 2010 Ministero Infrastrutture e Trasporti (ipotesi 30 maggio 2011)

FUA 2010

Nella riunione del 30 maggio u.s., oltre alla sottoscrizione del nuovo accordo per il passaggio di area per i lavoratori ex area A in area B, è stato siglata una nuova ipotesi di accordo nazionale FUA 2010 per i lavoratori del ministero da inviare ora agli organi di controllo.

La nuova stesura si è resa necessaria a causa di eccezioni degli organi di controllo (Funzione Pubblica ed economia) in quanto non sarebbero stati sufficientemente evidenziati i conclamati criteri di premialità e meritrocrazia, a giustificazione della  attribuzione delle (mirabolanti n.d.r.) cifre di cui trattasi, anche tenuto conto del fatto che il ministero dovrebbe  essere già dotato degli strumenti per premiare i "migliori".

A parte che a noi sembra che il ministero non abbia affatto perso l'abitudine di premiare invece sempre i soliti noti e che spesso non coincidono affatto con i migliori, casomai con l'aggiunta di ben più consistenti "prebende"...

ricordiamo che gli accordi FUA 2009 e 2010 oltre a destinare insufficienti ma comunque consistenti quote  delle risorse ai passaggi economici di fascia in corso lasciavano il restante (quota FUA annuale di produttività) alla contrattazione decentrata per la produttività da ripartire sulla base dei progetti svolti in ogni sede con gli accordi decentrati per ogni sede RSU.

La RdB/USB non siglò e non sigla gli accordi 2009/2010 per le motivazioni giàò ampiamente espresse anche in coerenza con il fatto che questi  accordi FUA sono diretti discendenti dei cattivi accordi sulle progressioni economiche e sul nuovo ordinamnento professionale del ministero composti negli ultimi due-tre anni. (Si accettò con quegli accordi e con gli accordi  FUA di cassare i passaggi di area A in B, si destinarono insufficienti risorse e male utilizzate per i passaggi economici, irrisolta la questione ex RID, non si riconobbe la professionalità dei lavoratori, ecc.)

 

FUA 2009

Nella medesima riunione del 30 maggio u.s. l'Amministrazione ha comunicato che ci sono problemi (pur essendo disponibili le risorse) per l'accredito del FUA 2009 a causa dell'istituzione del "cedolino unico" e conseguenti problemi di accredito diretto e gestione dei  capitoli di bilancio.

Così dopo le promesse di pagamento prima dell'estate si rischia di arrivare in autunno! La USB ha immediatamente chiesto una  informativa più specifica per comprendere meglio le effettive ragioni del ritardo.

E' noto comunque che alcune sedi sul territorio nazionale non hanno ancora contrattato il FUA 2009!!!! Invitiamo i delegati ed i lavoratori a sollecitare in ogni modo l'Amministrazione "locale" per la convocazione.

 

 


Nella sezione sotto allegata troverete i testi degli accordi

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni