Accorpamento PRA ACI Motorizzazione Civile incontro viceministro MIT OO.SS

USB PUBBLICO IMPIEGO - MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

USB PUBBLICO IMPIEGO - ACI

E' avvenuto oggi il previsto incontro tra il Sen. Nencini viceministro alle infrastrutture e trasporti e le OO.SS. Nazionali rappresentative MIT.

 

E' questo il primo incontro tra i vertici MIT e le rappresentanze dei lavoratori MIT in merito alla questione dell'accorpamento delle competenze in oggetto, ai sensi del co. 427 della Legge di Stabilità 2014.

 

Positivo quindi è l'avvio, sul tavolo specifico, del confronto in merito, con l'impegno a proseguire nelle prossime settimane.

 

Negativo il fatto che l'Amministrazione non ha presentato in data odierna però alcun progetto di realizzazione su cui discutere.

 

Esiste allo stato invece una specifica proposta, presentata alle OO.SS. dai vertici dell'ACI:

l'ACI si farebbe carico, è scritto “senza oneri aggiuntivi”, della intera gestione strutturale dell'Archivio Nazionale Veicoli e delle competenze cosiddette “duplicate”, lasciando alla Motorizzazione Civile i compiti di natura sostanzialmente tecnica già svolte.

 

Il rappresentante del Governo, dopo aver considerato ancora incompleti alcuni dati forniti dall'ACI a sostegno della suddetta proposta, (in riferimento alla quantità di personale ACI coinvolto) ha però riaffermato la volontà del vertice governativo di procedere all'unificazione, sotto il Ministero e quindi sotto la gestione Pubblica, cioè quella “con la P maiuscola” (sic), delle attuali competenze PRA, acquisendone il personale, ma senza supportare l'affermazione con dati e costi.

Il Governo quindi sembra voler “mantenere il punto“ ma senza entrare ancora nel merito del come.

Si prende tempo, a causa probabilmente della complessità della materia, ma anche degli interessi in gioco e delle ripercussioni di immagine sull'immediato delle scelte politiche ed elettorali.

 

La USB ha quindi chiesto di procedere con un unico tavolo congiunto tra le Amministrazioni ACI/MIT/OO.SS., evitando ormai una interlocuzione separata che ostacola il perseguimento dichiarato dell'interesse pubblico, del risparmio e della tutela dei lavoratori di tutti i settori coinvolti e possa invece diventare il terreno per una sorta “braccio di ferro” in cui finiscano per prevalere interessi altri.

 

Per la USB, che rappresenta i lavoratori pubblici (ACI e MIT) e privati, E' PIENAMENTE SOSTENIBILE ogni soluzione non chiusa su se stessa ma orientata a:  

  • garantire tutti i livelli occupazionali e le tutele per i lavoratori coinvolti pubblici e privati
  • salvaguardare i livelli retributivi dei lavoratori
  • potenziare l'intervento dello Stato su materie essenziali di pubblico interesse
  • perseguire risparmi sia degli oneri collettivi a carico dei cittadini tutti e degli oneri per i servizi resi al singolo cittadino
  • migliorare il servizio, semplificandolo ed aumentando la fruibilità e la trasparenza aspetti oggi carenti, che spesso disorientano l'utenza indirizzandola verso le agenzie private

Sfida, questa di USB, non semplice visti gli obiettivi.

Denunceremo ogni valutazione strumentale, di facciata o basata su alchimie contabili e disinformazione.

Non si può accettare di affidare solo alle interviste od ai proclami una problematica che richiede sicuramente un intervento politico ed un confronto sindacale approfondito.

L'USB ha altresì ribadito l'importanza di una urgente informazione sui criteri e le necessità che hanno portato l'Amministrazione MIT a bandire nei giorni scorsi una gara (110 milioni euro) per l'affidamento dei servizi informatici nel settore Trasporti.

Il Sen. Nencini ha dichiarato che, dopo aver incontrato i vertici dell'ACI già nei prossimi giorni, convocherà nuovamente le OO.SS., auspichiamo, come detto, su un tavolo congiunto.

Vi terremo informati.

USB Pubblico Impiego MIT    

USB Pubblico Impiego ACI

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni