Controllo sulla pesca - A tutto il personale civile del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in servizio presso le Capitanerie di porto

Nazionale -

A tutto il personale civile del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in servizio presso le Capitanerie di porto

 

Controllo sulla pesca

 

 

L’articolo 22 del decreto legislativo n. 4 del 9 gennaio 2012 permette di esercitare le funzioni di vigilanza e controllo sulla pesca con il riconoscimento della qualifica di ufficiali o agenti di polizia giudiziaria (comma 6) anche al personale civile del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in servizio in servizio presso le capitanerie di porto (comma 3), sotto la direzione dei comandanti delle capitanerie stesse.

In considerazione delle condizioni del personale civile, le cui attribuzioni sono limitate alla collaborazione con il personale militare, in assenza di una propria catena gerarchica civile (assenza aggravata dalla proposta dell’amministrazione di sottoporre il personale civile alla valutazione diretta dei propri comportamenti organizzativi da parte dei comandanti militari, anche in seconda istanza), la USB ritiene che l’esercizio delle funzioni di vigilanza e controllo sulla pesca sia un’importante opportunità per tutti i lavoratori. Si sottolinea che l’attivazione di tali funzioni compete ai comandanti militari delle singole capitanerie, quindi si invitano tutti i lavoratori interessati a richiedere ai comandanti stessi l’attivazione del servizio anche per il personale civile, ai sensi della normativa citata.

 

 

Roma, 08 agosto 2012

 

 

 

 

           

  p/Il Coordinamento USB Pubblico Impiego

         Ministero Infrastrutture e Trasporti

      Pasquale Aiello - Massimo Mancini - Antonello Vitiello

 

 

 

In allegato il comunicato in formato pdf

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni