FUA 2013 MIT siglato dalla USB


Siglato FUA 2013 MIT 2115


Nei giorni scorsi il 21 maggio 2015 è stato sottoscritto l’accordo per la distribuzione del FUA 2013.

La riunione è stata presieduta in rappresentanza della parte pubblica tra gli altri dal Capo del Personale MIT Ing. Chiovelli e dalla dr.ssa Regina Genga dirigente per le relazioni sindacali.

Viste le scarse risorse a disposizione ed i vincoli delle norme, si è confermato l’impianto dei FUA precedenti prevedendo il pagamento della indennità di legge per i centralinisti non vedenti, risorse ridotte per turnazioni e reperibilità, ed un compenso destinato a tutti in base al raggiungimento degli obiettivi da parte delle unità organizzative (75% delle risorse), più un compenso destinato a tutti i lavoratori che  hanno preso parte a progetti finalizzati all’incremento della produttività individuati dall’Amm.ne (25% delle risorse).

La USB ha scelto di sottoscrivere l’accordo FUA 2013 salvo verifica su alcuni aspetti  e limiti dello stesso, evidenziati in una nota a verbale, per non rischiare di perdere le risorse legate a tale accordo e relative ai FUA 2011 e 2012, ed in quanto ha avuto rassicurazioni da parte dell’Amm.ne che tutto il personale é stato coinvolto nei citati progetti finalizzati.

Non appena saranno disponibili i testi degli accordi sottoscritti potrete trovarli sul nostro sito nella sezione accordi ed ai link sottostanti.

 

Nel corso della riunione è stato anche firmato l’accordo per la ripartizione delle economie di gestione destinate ad incrementare le risorse relative all’incentivazione della produttività del personale (FUA), ed alla retribuzione del risultato dei dirigenti.   La USB essendo accettata la ripartizione più favorevole per i lavoratori delle fasce economiche ha siglato l'accordo.

Pertanto a partire dal 2014 con il nuovo accordo le succitate risorse verranno ripartite per il 97 % a vantaggio del FUA del Personale dei livelli e per il 3% a vantaggio del fondo della Dirigenza.

Le percentuali in passato erano del 93 % per il Personale e del 7% per la Dirigenza.

La USB ha invitato l’Amm.ne ad una maggiore attenzione ed ad una informazione più dettagliata nel calcolo dei risparmi di gestione e valuterà l’impatto del nuovo accordo sulle effettive e purtroppo scarse risorse che confluiranno nel FUA.

In  corso della riunione il Direttore del Personale ha altresì informato frettolosamente le OO.SS. circa il prospettato trasferimento della D.G. degli Aeroporti ed il Trasporto aereo dalla sede di via dell’Arte a quella di via Caraci, ribadendo che, nonostante le osservazioni in merito espresse da molte sigle sindacali e direttamente dal personale interessato, le operazioni organizzative per il citato trasferimento sono in corso.
Il Capo del Personale ha anche affermato che il prospettato riutilizzo di spazi presenti nella sede di via dell’Arte per il collocamento della citata direzione, sarebbe antieconomico alla luce di non meglio precisati ulteriori e futuri tagli al bilancio del MIT in ossequio alla “spending review”. Eppure l'Amministrazione non convince e non convoca per una specifica riunione utile a verificare i presunti risparmi ove si possano valutare i criteri generali rispetto alle varie sedi cittadine ed individuare sprechi più consistenti.


Ma sul piano delle relazioni sindacali il metodo dell'ing. Chiovelli Capo del personale colpisce ancora o, sarebbe meglio dire ipotizzando ancora la buona fede, fallisce ancora !
Infatti mettere 5-6 argomenti tutti di rilevanza in un'unica riunione contingentando i tempi ed iniziando in ritardo (2 ore con tanto di orario di fine riunione) significa nella migliore delle ipotesi non concludere le riunioni e nella peggiore informare sommariamente le rappresentanze dei lavoratori ma senza ascoltare e senza confrontarsi, limitandosi poi ad inviare verbali poco esaustivi e soprattutto senza trovare adeguata sintesi sulle posizioni.

Infatti quanto agli argomenti successivi al FUA 2013, si è, in chiusura della riunione, informato della prossima approvazione di una nuova circolare in merito alle procedure per i passaggi di profilo all’interno delle aree che verrà inviata prossimamente in bozza alle OO.SS, mentre per la discussione sul FUA 2014, che pure era all’ordine del giorno, visto lo sforamento dei tempi di discussione decisi  unilateralmente dalla parte pubblica, è stata rimandata a data da destinarsi sebbene si lavori su una bozza già inviata che speriamo che anche le altre sigle rifiutino.

Sul punto, vista la bozza di accordo già inviata alle OO.SS., la USB manifesta fin da ora la propria contrarietà, in quanto la distribuzione proposta della parte destinata alla retribuzione della produttività del  FUA avverrà utilizzando il punteggio ottenuto dai lavoratori nella valutazione 2014. Tale valutazione, come già da tempo denunciato all’Amm.ne ed al vertice politico, ha dimostrato ancora una volta tutti i limiti derivanti dalla norma c.d. “Brunetta” che si ritiene vada abrogata, ma in più è frutto di una applicazione carente, distorta e discriminatoria del manuale sulla valutazione del personale nel Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

La USB invita tutti i lavoratori e le altre sigle a non cedere al ricatto “pochi spiccioli in cambio di una falsa meritocrazia” ma di respingere tale proposta.

 Sotto allegati gli accordi:

 

 USB PUBBLICO IMPIEGO  Ministero Infrastrutture e Trasporti.

---------------------------------------------------------------------

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni