RIORGANIZZAZIONE MIT le direzioni operative diventino "case di vetro"

Roma -

 
COMUNICATO SINDACALE

A tutti i lavoratori delle sedi centrali della Direzione generale dighe ed infrastrutture idriche ed elettriche ed Uffici Tecnici Dighe
Alla RSU Sedi Centrali

La USB Ministero nel sostenere le richieste di trasparenza per tutte le direzioni generali che giungono per tramite delle assemblee dei lavoratori e delle RSU ha dichiarato lo stato di agitazione nel dicastero, rivendicando il diritto ad ottenere, non solo  nuove assunzioni e finanziamenti,  ma anche ad un cambiamento radicale orientato alla trasparenza nell'organizzazione e nella gestione delle risorse, fornendo a tutti i lavoratori ed alle lavoratrici riconoscimento della professionalità,  benessere lavorativo e pari opportunità combattendo nicchie e clientele.

La USB PI ha chiesto al Ministro di partire con il piede giusto per una riorganizzazione del dicastero credibile (vedi precedente comunicato proposte USB - dirigenza).

Purtroppo molti  dirigenti nel MIT stanno ancora oggi interpretando male le già pessime normative sul Pubblico Impiego  confondendo  l'"esclusività dell'esercizio del potere organizzativo con la capacità  ed i poteri del privato datore di lavoro",  di cui al decreto Brunetta, con la possibilità di gestire la cosa pubblica unilateralmente quasi come fosse una azienda "padronale",  senza trasparenza e quindi senza una organizzazione adeguata del lavoro e degli uffici diretti  (vedi qui comunicato USB:  I poteri del Marchese del Grillo)

La stessa dirigenza non capisce o non vuole capire che eludere le informazioni o “mescolarle” nel sito ufficiale,  non porta benefici ma danni alla stessa Amministrazione.
La  certezza del raggiungimento degli obiettivi dirigenziali indipendentemente dall'efficienza e quindi delle relative retribuzioni di risultato, comunque livellati al 100%,  ha poi fatto il resto, creando spaccatura con i lavoratori.

E' essenziale in particolare nelle direzioni generali e settori operativi tra cui la direzione generale in oggetto invertire al più presto questa  tendenza negativa,  garantendo anche ai nuovi assunti migliori opportunità per il futuro  senza mai rinunciare alla capacità di lottare per difendere le norme ed i propri diritti di impiegati pubblici e con essi quelli dei cittadini.

La USB ha chiesto, come agli altri  Direttori generali, anche all'attuale dirigente arch. Ornella Segnalini, purtroppo tra quelli che meno hanno brillato per la trasparenza,  (vedi comunicato allegato),   una urgente informativa in merito alle modalità con cui organizza i propri uffici (organigrammi, programmi, risorse, attribuzioni, carichi di lavoro).

Ciò al fine di informare i lavoratori perchè essi possano controllare la correttezza dell'operato datoriale.  

Presupposti  essenziali, oltre che per una  riorganizzazione del MIT coerente ed efficiente,  anche per il sostegno alle attività dei datori e degli RLS impegnati per la rilevazione del rischio correlato allo stress lavorativo, (art 28 d.lgs 81/08),  attività che è in fase di avvio o completamento per le direzioni generali centrali.

 

In allegato il comunicato della USB MIT relativo alla direzione generale dighe ed UTD.USB Pubblico Impiego Ministero Infrastrutture e Trasporti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni