Comitato anti-discriminazioni MIT CUG Continua l'attacco.

Roma -

In costruzione...

USB NOTIZIE

Abbiamo già informato le lavoratrici ed i lavoratori MIT con precedente comunicato (leggi qui)  di quanto sta accadendo all'interno dell'Organismo preposto alle pari opportunità ed al benessere.

Purtroppo corre per noi obbligo tenere ancora "accesi i riflettori"  su quanto avviene.

Ribadiamo l'importanza di un operato dell'Organismo basato su principi chiari anche nell'ambito dell'opportunità a autoregolamentazione (Ultimo Regolamento CUG è del 2017) 

affinchè l'Organismo eserciti con serenità l'attività di tutela cui è preposto.   Ciò assume evidenza ancora maggiore nei tempi futuri del lavoro agile, mentre le  valutazioni del "merito" presentano ancora aspetti perlomeno "variegati", mentre perdura nel MIT una considerevole differenziazione nell'accesso al salario o sono noti i rischi crescenti per la salute connessi a condizioni di stress mentre è in corso una fase di  riorganizzazione del ministero.

Oltre all'azione di tutela diretta per situazioni specifiche, (casi di mobbing, molestie, discriminazioni) le attività del CUG, di raccolta dei dati, consultiva, propositiva e di studio possono tuttavia portare ad  evidenziare difetti e responsabilità in capo alla amministrazione e pertanto il CUG può dare fastidio.

Abbiamo più volte posto l'accento sul  perchè questi organismi  paritetici soprattutto al momento della delibera e delle votazioni possano facilmente sbilanciarsi, soprattutto se le rappresentanze dei lavoratori presenti all'interno non sono unite almeno su temi  essenziali come la trasparenza.

Sono in corso in questi giorni le riunioni con oggetto modifiche del Regolamento del CUG e quindi del funzionamento stesso dell'Organismo.

La componente USB  è rimasta basita leggendo due modifiche al Regolamento proposte alla prossima votazione e sostenute dalla sigla CGIL che rischiano di ingessare l'attività del CUG e che così sintetizziamo:

1) le modifiche al Regolamento vengono adottate non più dalla maggioranza qualificata dei due terzi  dei componenti ma a maggioranza semplice. (modifiche Art.  12)   Chiedetevi perchè...2) Le riunioni del Comitato devono essere resocontate. Al fine di valorizzare la caratteristica dell'organo collegiale le osservazioni  le opinioni e le votazioni sono espresse senza l'indicazione esplicita degli autori.    (modifiche Art.  5) Idem...

Auspichiamo che tutte le OO.SS. recedano da questi irragionevoli propositi ed il CUG possa iniziare a lavorare serenamente e senza ulteriori bavagli.

Infine USB PI non si fa certo intimidire dalle minacce di querela sopraggiunte con riferimento al precedente comunicato (vedi sopra) dalla Presidente del CUG  secondo la quale la USB avrebbe manifestato falsità ed atteggiamento diffamatorio  nei confronti della dirigente stessa.

Il Regolamento (ancora non modificato) del CUG prevede all'articolo 7 che i resoconti delle riunioni debbano essere pubblicati sul sito internet del Ministero.

Invece dal dicembre u.s. tutta la documentazione da anni regolarmente pubblicata e visibile è stata rimossa e,  nonostante le proteste e richieste di spiegazioni della USB la Presidente, che ha l'obbligo di far rispettare le delibere del CUG non è intervenuta.

Questi i fatti.


INVITIAMO ANCORA LE LAVORATRICI ED I LAVORATORI DEL MIT ALLA MASSIMA ATTENZIONE E COME SEMPRE VI TERREMO INFORMATI    

(Leggi qui tutto  www.mit.usb.it)

Il Coordinamento dei Lavoratori del Ministero Infrastrutture e Trasporti USB PI
I componenti USB PI CUG-MIT

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati