Ecco la manovra d'estate... PREPARIAMOCI ALL'AUTUNNO! A volte la realtà supera la fantasia.

Roma -

La grancassa della necessità di rimettere mano al welfare e alle politiche del lavoro questa volta non ha suonato invano. Molti si aspettavano, sbagliando, che Brunetta e Sacconi, i due pasdaran di stretta osservanza Confindustriale, non sarebbero andati fino in fondo nella realizzazione di quanto ripetutamente, e con roboanti dichiarazioni, annunciato dal giorno stesso dell’insediamento del nuovo esecutivo.

Invece tra il DPEF e il Decreto Fiscale (D.L.112/08) si sono realizzate quasi tutte le trasformazioni annunciate:

un diluvio di pesanti arretramenti delle tutele del lavoro e dei lavoratori che ridisegnano, senza cercare nemmeno alcun consenso sociale, complessivamente le politiche di welfare e del lavoro in Italia.

leggi nel seguito una prima analisi sugli effetti del DL 122/08

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni