Infrastrutture: 16 luglio, si apre il confronto su sviluppi economici e nuovi profili professionali Min. Infrastrutture

Roma -

Comunicato di informativa sindacale RdB Ministero Infrastrutture e Trasporti.

Si svolgerà il 16 luglio p.v. l'incontro tra l'Amministrazione del Ministero Infrastrutture e Trasporti - settore infrastrutture - e le OO.SS. per trattare dei  i nuovi profili professionali da individuare e dei criteri per le progressioni economiche per i lavoratori del ministero ex Infrastrutture. (Allegate sotto le proposte)

Il 15 luglio si svolgerà invece la riunione relativa alla distribuzione del FUA 2007 per la sede centrale del Ministero Infrastrutture.

Ma, se il buon giorno si vede dal mattino...siamo rovinati, perchè l'Amministrazione convoca al crepuscolo!!!

Infatti nonostante l'importanza di tali materie, lo svolgimento delle riunioni dopo le ore 17,  secondo quanto affermato dal titolare della delegazione di parte pubblica Dott. Cappiello,  dovrebbe ora diventare la norma.  

Purtroppo, questa leggerezza dell'Amministrazione nel considerare le relazioni sindacali e quindi le prerogative dei lavoratori,  giustificata con argomentazioni  francamente ridicole quanto pretestuose, (leggi il comunicato RdB/SdL  "E poi parlano di fannulloni!"),   manifesta da un lato una profonda debolezza dell'attuale  delegazione di parte pubblica e dall'altro indica il progressivo adattamento a dinamiche esterne imposte sempre più pressantemente a cominciare dai Ministeri.

Non è purtroppo un caso isolato: si  accresce infatti il divario tra la dirigenza e gli altri lavoratori, (peraltro molto peggio pagati),  proprio  quando si dovrebbe creare  fronte comune tra tutti coloro che vedono benissimo e vivono tutti i giorni i veri problemi ed i guasti  della P.A., perchè sono al di quà della cortina fumogena alzata dal formidabile  circo mediatico per celare meticolosamente i veri motivi di attacco ai dipendenti pubblici.

Si finisce così per celare anche l'inefficienza dovuta ad una parte della dirigenza che nel migliore dei casi ha rinunciato a reagire e che ora, per opportunità o alla ricerca di capri espiatori,  sembra concordare con  le esternazioni quotidiane dei ministri dell'attuale governo quando attaccano l'intero  pubblico impiego, brandendo come una clava  il feticcio della meritocrazia, ma in realta intenzionati piuttosto a portare un attacco frontale  al Sindacato e al mondo del Lavoro in conto terzi.

Colleghi, il sindacato  scomodo da colpire  non è quello ben controllato attraverso i partiti ed il sistemi di scambio corporativi, bensì quello che dissente perchè indipendente, voce fuori dal coro e che  cresce sempre di più come l'RdB/CUB.

Contro tutto questo, contro i devastanti effetti della controriforma del Pubblico Impiego (ricorrendo alla decretazione d'urgenza quasi si parlasse dell'emergenza rifiuti invece che del mondo del lavoro),  smettiamo di piangerci addosso e facciamo  tutti in prima persona la nostra parte nel Ministero Infrastrutture!

Lavoratori veri,  altro che fannulloni, saranno in piazza con l'RdB a cominciare dal 16 luglio in assemblea davanti a Montecitorio !

 

 TUTTI A PIAZZA MONTECITORIO MERCOLEDI' 16 alle ore 12.00 CONTRO IL D.L. 112/2008

 

 

ASSEMBLEA ESTERNA dei LAVORATORI MINISTEROINFRASTRUTTURE E TRASPORTI

DI DUE ORE dalle 12 alle 14

Il presidio nazionale indetto dalle Rappresentanze di Base vedrà lavoratori del Pubblico Impiego provenienti da tutta Italia manifestare contro l'esame definitivo che proprio domani si avvia alla Camera.


Sotto allegate le proposte, in relazione alla suddetta  riunione del 16 p.v.:

  • Passaggi economici Ministero Infrastrutture
  • Nuovi profili professionali Ministero Infrastrutture

Come  ben si legge  nella scarna proposta dell'Amministrazione, è appunto esplicito il concetto di meritocrazia secondo la delegazione trattante per l'Amministrazione del Ministero Infrastrutture:  meritocrazia = valutazione del dirigente senza possibilità di verifica nè dei criteri nè dei risultati effettivi (25 punti!)

Stessa linea scarna  per quanto riguarda la proposta dell'Amministrazione sui nuovi profili professionali ridotti a due: tutti fanno tutto e si  rinuncia ad individuare ogni  identità professionale reale e che dia forza ad un ministero  complesso e riconosca dignità ai suoi lavoratori.

Auspichiamo che  le proposte dall'Amministrazione siano state modificate e quindi, in tal caso,  migliorate.

 
Alleghiamo a seguire, le prime proposte dell'RdB presentate che saranno discusse nelle assemblee dopo la pausa estiva, anche in relazione ai primi esiti della trattativa, su cui forniremo puntuale  informazione, pubblicando i documenti già nel mese di luglio.


Il Coordinamento RdB Min. Infrastrutture e Trasporti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni