FUA 2011 MIT Improponibile l'applicazione della riforma Brunetta

Si è svolto il 4 aprile u.s. un incontro tra Amministrazione ed  OO.SS.

  • Riduzione piante organiche
  • FUA 2011 (applicazione Regolamento di valutazioni dei lavoratori MIT)


Riduzione piante organiche.

L'Amministrazione ha proceduto al previsto taglio delle piante organiche (allegato).
E' solo a causa degli esodi volontari ed ai  pensionamenti che non si è arrivati ad esuberi effettivi (mobilità), ma questa situazione limite certamente non rassicura per i prossimi mesi.

L'Amministrazione ha però di fatto “blindato” le proprie decisioni sui tagli.
In particolare, il Capo del Personale Dott. Arredi, ha dichiarato che incrementare la professionalità nel ministero significa guardare sostanzialmente alla III area, in cui   si prevedono infatti 132 posti messi a concorso pubblico.


Infatti l'Amministrazione ha,  molto  significativamente,  omesso di prevedere i posti in organico nella ex area B per il passaggio dei lavoratori ex area A, atto che segnala mancanza di interesse  alla soluzione della annosa vertenza.


In caso di diniego della Funzione Pubblica all'ennesima  istanza del MIT in merito, i lavoratori ex area A si vedranno così sbarrata ancora una volta la strada sia dall'interno che dall'esterno... ed avviati in massa ad un contenzioso  incerto.


FUA 2011 Sistema di valutazione dei lavoratori MIT.

Smascherati i tentativi  di attuare  una legge meritocratica  inapplicabile in uno stato civile (Brunetta), cercando  persino di sosteerla con  il criterio francamente indecente della  misurazione  della qualità del lavoro a fronte di assenze o presenze delle lavoratrici e dei lavoratori, l'Amministrazione MIT ha infine cambiato rotta, rinviando ad una successiva riunione ad oltranza che si svolgerà domani.

Rimane avvolta nel mistero ogni  proposta scritta di accordo FUA della parte pubblica e non ci chiediamo certo perchè.
Crediamo infatti, per esperienza che i lavoratori hanno ormai vissuto sulla propria pelle da anni, che ancora una volta il piatto ai lavoratori sarà cucinato e servito freddo dai soliti noti, che sosterranno di firmare, con alto senso del dovere e sempre per pagare al più presto il FUA.

Saranno gli stessi che hanno sostenuto di fatto la legge Brunetta con gli accordi governativi  nazionali e che già portano per l'ennesima volta e secondo un copione liso i lavoratori dai propri avvocati nel tentativo di salvare la faccia e con una incrollabile fiducia nel fatto  di essere ancora una volta ritenuti credibili.

Ma il  solito  “piatto di lenticchie” con cui si tenta di comprare i lavoratori , (20 euro mensili di FUA 2011 mentre ancora devono arrivare dal MEF i soldi del FUA 2010!) questa volta non porterà attraverso questo accordo FUA qualche turnazione fasulla o posizione organizzativa truffaldina, come in passato avvenuto per anni e anni,  ma veicola, come sta avvenendo in altri ministeri tranne quelli che si guardano bene dall'applicare di fatto le false norme meritocratiche, l'applicazione stessa della riforma Brunetta, che in un ministero complesso  come il MIT umilierà i lavoratori e danneggerà inesorabilmente il servizio reso ai  cittadini.  


L
a USB, indisponibile alla ennesima  farsa sindacale in atto ha chiesto al ministro Corrado Passera (con la lettera sotto allegata)  un intervento che  darebbe invece un segno credibile di interesse per i lavoratori e le funzioni MIT:


1) sospendere i concorsi esterni, in particolare di ex area C, risolvendo prima la vertenza dei lavoratori ex area A e rivalutando finalmente le funzioni svolte nel MIT.
2)  sospendere, per quanto  avviene in questi giorni presso la Funzione Pubblica,  l'applicazione del Regolamento di valutazione MIT, che questo ministero si ostina ad applicare ad ogni costo, dietro la   cialtronesca copertura della  applicazione “sperimentale”.   

 

 

La riforma Brunetta non è emendabile e va cancellata!

 

   COORDINAMENTO NAZIONALE U.S.B. P.I.  INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni