20 febbraio 2013: USB respinge il nuovo manuale di valutazione e chiede al ministro di non riavviare le procedure

Nazionale -

In allegato in basso il Sistema di valutazione dei dipendenti del Ministero Infrastrutture e Trasporti (Testo vigente anche nel 2014 dopo le modifiche in esito alla sospensione del 2012)

 

 

Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Dr. Corrado Passera – fax 0644267283

Al Capo di Gabinetto

Pres. Mario Torsello

– fax 0644267370

 

e, p. c. Al

Capo del Personale

Dr. Marcello Arredi - 0644122302

LORO SEDI

 

 

Oggetto: sistema di valutazione della performance.

 

La scrivente organizzazione sindacale, vista la nota n. 9136 del 18 febbraio 2013 del Capo del Personale, concernente la trasmissione alla firma del Ministro del nuovo manuale di valutazione della performance, considerato che nel corso delle riunioni con l’Organismo Indipendente di Valutazione, malgrado le modifiche apportate al manuale stesso, non sono state risolte le numerose problematiche sollevate non solo dalla USB, ma anche da altre organizzazioni sindacali e dalla stessa dirigenza del Ministero, problematiche che avevano contribuito all’adozione del provvedimento di sospensione delle procedure di valutazione comunicato dal Capo di Gabinetto in data 27 aprile 2012, ritiene che, permanendo fondamentalmente inalterate le motivazioni della sospensione, le procedure di valutazione della performance non debbano essere attuate neppure con il nuovo manuale presentato e chiede al Ministro, per le stesse citate motivazioni, di non approvare il relativo decreto.

 

 

Roma, 20 febbraio 2013

 

 

 

Unione sindacale di Base

Per il Coordinamento Nazionale Ministero Infrastrutture e Trasporti

Massimo Mancini

 

 

in allegato la richiesta USB e la documentazione citata

 

------------------------------------------------------------------------------------

CGIL CISL UIL UGL UNSA

sottoscrivono il protocollo del 3 maggio 2012 che sospende la fasce di merito (non ci sono i soldi) ma mantengono in piedi la falsa meritocrazia, salvo poi lanciare alti lai anche nel Ministero Infrastrutture e Trasporti contro, l'applicazione delle "pagelline"

 

Oppure cercano di prorogare gli effetti negativi, solo evidenziando alcuni effetti contraddittori nell'applicazione della falsa meritocrazia, ma senza mai denunciare le cause effettive, e soprattutto gli effetti negativi che potranno aversi anche ex post in termini di esuberi mobilità e licenziamenti.

Cercano di ripulirsi il viso agli occhi dei lavoratori, ma la falsa valutazione dei lavoratori pubblici ha nomi, cognomi e mandanti precisi!!!

 

vedi qui sotto notizie sul Protocollo sul Pubblico Impiego.

 

pubblicoimpiego.usb.it/index.php

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni