Incidente Pioltello indagati vertici Sicurezza ferroviaria Ministra De Micheli intervenga

A volte il silenzio non è d'oro. Tacere può anche essere un segno di prudenza, ma parlare è quasi sempre un atto di coraggio.

Roma -

Incidente Pioltello indagati vertici di RFI e ANSF, nei giorni scorsi sulla stessa tratta sfiorata ancora la tragedia. -  La Ministra De Micheli intervenga...

 

Comunicato stampa USB Pubblico Impiego  - Ministero infrastrutture e trasporti  -  30 ottobre 2019

Incidente Pioltello indagati vertici di RFI e ANSF, nei giorni scorsi sulla stessa tratta sfiorata ancora la tragedia. -  La Ministra De Micheli intervenga.

Mentre le  indagini a posteriori sull’ennesima  tragedia annunciata  fanno il loro corso,  RFI licenzia ingiustamente  lavoratori degli appalti che chiedono sicurezza sul  lavoro e per i cittadini  e sospende i Rappresentanti per la Sicurezza ed i delegati ferrovieri USB quando segnalano  in via preventiva evidenti carenze sulle tratte che mettono a rischio la sicurezza ferroviaria. 

Prevale la logica del profitto per questo si impone il bavaglio.

Il Ministero, che dovrebbe vigilare ed imporre correttivi  invece si preoccupa di tenere  isolati  e denunciare i funzionari ed i rappresentanti che segnalano possibili carenze e gravi rischi per la sicurezza e non ascolta le richieste di cambiamento che da anni la USB PI propone sul piano organizzativo.

La USB Ministero Infrastrutture e Trasporti chiede ai vertici del Ministero  di intervenire con la massima urgenza. 

Per prevenire gli incidenti è necessario che le direzioni e le strutture ministeriali  cui competono i poteri di controllo e di vigilanza  siano rese efficienti e  non restino scatole vuote ed inutili.

La Ministra  non attenda  la prossima tragedia,  riattivi immediatamente la riorganizzazione del Ministero lasciata in sospeso dal Ministro Toninelli,  a cominciare dal chiarire l’operatività ed i limiti,  che già emergono della super Agenzia ANSFISA,  voluta dal Governo  precedente  per il controllo di ferrovie ponti e strade  dopo il crollo del viadotto  Morandi,  imponga la riorganizzazione dei settori di vigilanza e controllo, della Direzione generale per le investigazioni ferroviarie  (compiti di indagine e prevenzione inconvenienti ed incidenti)  e della Direzione per il trasporto  e le infrastrutture ferroviarie (compiti di verifica e vigilanza su FS Spa e sui programmi sicurezza ferroviaria RFI) e faccia chiarezza sullo stato degli interventi effettuati.

USB PI Ministero Infrastrutture e Trasporti   

Sicurezza ferroviaria sotto i comunicati di denuncia della USB Privato settore Ferrovieri

L’Ansfisa deve vigilare su ferrovie e autostrade, ma la nomina del direttore e il nuovo regolamento restano al palo. E arriva una pioggia di autorizzazioni in extremis

Sotto in allegato i comunicati della USB Lavoro Privato Ferrovieri

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni