Potenziamento ed organizzazione Uffici Passi Via Nomentana Policlinico Caraci Arte MIT

Roma -

Prosegue l'attività per la valorizzazione dei delicati settori degli Uffici Passi Controllo accessi/Centrali operative  delle sedi centrali MIT da parte della nostra O.S..

La USB Pubblico Impiego ha inviato in questi giorni all'Amministrazione le richieste per l'informativa trasparente sull'organizzazione del settore,  al fine di migliorarne la regolamentazione, il lavoro degli addetti, la formazione, la sicurezza, il benessere lavorativo.

Il corretto funzionamento del servizio riguarda tutti i lavoratori delle sedi. Invitiamo quindi tutte le colleghe ed i colleghi ad un fattivo confronto ed al contributo nei prossimi giorni.

Sotto in  allegato un primo comunicato informativo della nostra sigla in merito all'argomento.

USB Pubblico Impiego Ministero Infrastrutture e trasporti

Roma , 16 novembre 2016


  Riorganizzazione Uffici Passi Centrali Operative sedi MIT Roma

       

Prosegue la vertenza degli Uffici Passi finalizzata a potenziare l'importante servizio nelle sedi romane ed a fornire maggiori garanzie a tutti i lavoratori.

L'Amministrazione ha risposto con una nota alle osservazioni della USB accogliendo alcune tematiche sollevate (turni e sicurezza), ma anche sostenendo che i lavoratori non avrebbero in sostanza condiviso le criticità che la USB ha rappresentato (alcune delle quali di mera evidenza).

Stendiamo un “velo pietoso”, per il momento, sulle modalità con cui la Amministrazione opera le relazioni sindacali limitandoci ad evidenziare il fatto che invece di convocare le OO.SS., questa amministrazione convoca i lavoratori direttamente proprio per parlare di quanto rappresentato da una O.S., persino chiedendo ai lavoratori stessi di firmare la condivisione di un verbale della riunione, sia la cartina di tornasole di una dirigenza allo sbando.

Grave che ciò avvenga in un ministero della Repubblica e non in una piccola azienda privata, dove pur sarebbe indegno.

Tuttavia, nello scambio di note tra USB ed Amministrazione, sono stati focalizzati alcuni punti e si resta ora in attesa della prima convocazione relativa all'argomento alla regolamentazione dei turni/reperibilità 2017.

La USB sostiene con fermezza e lo ha rappresentato al direttore generale AA.GG. che:

1) va governato l'esodo di lavoratori nel settore, effetto anche del contesto di lavoro confuso e disagiato con una analisi dei fabbisogni, e con una politica di mobilità che miri ad una gestione equilibrata delle risorse. La dirigenza deve essere in grado di organizzare i servizi applicando i necessari correttivi, oppure vuol dire che mira ad esternalizzarli in toto, con vantaggio solo per gli appetiti dei privati e danno per il servizio ed in tal caso la USB evidenzierà tutte le responsabilità.

2) dopo aver rideterminato i fabbisogni e trovate le necessarie risorse umane interne, vanno regolamentati una volta per tutte i turni in modo coerente, cercando di incentivare i lavoratori a sopportare i disagi nell'ambito della normativa.

3) nel campo della sicurezza e degli ambienti di lavoro bisogna “cambiare marcia” ed avviare un piano di adeguamento specifico perché la situazione è critica.

Vi terremo informati invitando i lavoratori delle sedi al contributo alla discussione

USB PI Ministero Infrastrutture e Trasporti

29 novembre 2016

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni