RISULTATI delle ELEZIONI Cassa Previdenza e Assistenza

Sono chiamati al voto, nei giorni 17 e 18 dicembre, tutti i lavoratori del Ministero presso i seggi elettorali individuati dalle Commissioni Circoscrizionali sull'intero territorio nazionale, per eleggere i rappresentanti del personale in seno al Consiglio di Amministrazione e al Collegio dei Revisori dei Conti della C.P.A.

 

A FONDO PAGINA I RISULTATI DELLE ELEZIONI

PER GLI ORGANI D’AMMINISTRAZIONE DELLA CASSA DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA

 


Appello al voto

Il 17 ed il 18 dicembre 2008 sarà rinnovato il Consiglio d’Amministrazione della Cassa di Previdenza ed Assistenza tra i dipendenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Credo sia sempre necessario sottolineare l’importanza di questo istituto che, in un momento estremamente difficile per i lavoratori duramente attaccati sotto il profilo del reddito oltre che dei diritti, consente di recuperare, in parte, le spese sanitarie sostenute sia per interventi semplici che per patologie molto gravi, di sussidiare i periodi di degenza, di aiutare quelle famiglie che assistono un malato grave con infermità a carattere cronico e assiste e coadiuva economicamente in altri tipi di emergenze.

E’ sempre bene ricordare che la Cassa di Previdenza nasce per tutelare i lavoratori della Motorizzazione Civile impegnati nel loro lavoro nei piazzali o dove si svolgano le operazioni tecniche d’istituto. Sono queste, infatti, che consentono al M.E.F. di introitare cospicue somme derivanti dalle tariffe pagate per le moltissime operazioni che si svolgono presso la Motorizzazione Civile. Il M.E.F., a sua volta, dovrebbe riassegnare, per norma ogni anno, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, una percentuale di quelle somme per varie esigenze dell’Amministrazione e, fino al 10%, per diventare risorse utilizzabili per sussidiare, attraverso la C.P.A., i dipendenti.

Usiamo il condizionale poiché, è noto, il M.E.F. dal 1998 ritarda ad arte (la spesa pubblica è un male cronico da falcidiare) le riassegnazioni, creando gravi problemi, in particolare, alla C.P.A., che ha difficoltà ad erogare i sussidi ed ad accantonare per ogni singolo dipendente la sua parte di previdenza: quest’ultima, inoltre, rappresenta una risorsa importante poiché consente che venga liquidata una somma a fine rapporto di lavoro (oltre il trattamento pensionistico). Ricordo che, ogni cinque anni durante il periodo lavorativo, ne può essere richiesta una anticipazione pari al 60% del maturato per ragioni precisamente indicate nelle varie circolari che vengono redatte ogni anno.

A differenza di altre norme (vedi la l. 165) che finanziano solo i lavoratori “addetti”, la legge 870/85 (che consente di alimentare la C.P.A.) ha uno spirito sicuramente più solidaristico, consentendo, anche a chi non provvede direttamente a finanziarla, di goderne i benefici (altrimenti a beneficiarne sarebbero stati solo i lavoratori periferici della Motorizzazione Civile).

L’erogazione dei sussidi anche al personale appartenente al ruolo ex LL.PP. è stato motivo di spregiudicate polemiche di alcuni sindacati, tesi facilmente all’insulto, che hanno contestato il diritto a fruire della C.P.A. a chi non appartenesse al novero dei produttori della “ricchezza” (vedendo la loro partecipazione come la consumazione di un “furto”).

Costoro non hanno capito (meglio: non vogliono capire) che i lavoratori non hanno colpe quando la “politica”, da qualunque governo prodotta, crea situazioni tali da generare guerre tra poveri deriventi dalle scarse risorse disponibili e lasciando irrisolti moltissimi nodi.

I lavoratori sono tutti uguali e come tali devono godere dei medesimi diritti.

Tuttavia, per un principio d’equità che tutti, credo, condividiamo, non è sostenibile che a finanziare la C.P.A. sia il solo lavoro dei dipendenti della Motorizzazione Civile, spesso “poco ecologico” e di grande responsabilità. E’ assolutamente indispensabile che l’Amministrazione ex LL.PP. reperisca nuove somme di denaro oltre quelle già disponibili (e, come già detto, insufficienti).

La dirigenza ex LL.PP. non ha brillato molto per iniziativa dando spesso la sensazione di voler di più tenersi strette le proprie disponibilità che condividerne una parte con il Ministero ex Trasporti ai fini di una equa e paritaria partecipazione alla C.P.A.

E’ anche per colpa di questa dirigenza che si alimentano le divisioni e non si può parlare di una dignitosa, paritaria e pienamente titolata (nel senso di piena condivisione degli oneri economici oltre che fruizione dei benefici) partecipazione alla Cassa di Previdenza.

La R.d.B. si è sempre battuta affinché si crei una maggiore velocità nell’informazione dei dati tra la cassa di previdenza e l’assistito, al fine di limitare che il sindacato (presente attraverso i consiglieri d’amministrazione), nel supplire a questo tipo di informazione circa i sussidi erogati, sostituisca con una propria e clientelare informazione quello stesso diritto all'informazione che dovrebbe pervenire direttamente dall’amministrazione in maniera non mediata e quindi più’ trasparente;

Come detto il 17 e 18 dicembre tutti i lavoratori del Ministero potranno votare.

La R.d.B., presente nel Consiglio d’Amministrazione da molti anni, si presenterà a questa scadenza senza sentire la necessità di formulare particolari proclami o fare eclatanti promesse.

Parla da solo il lavoro svolto in questi anni caratterizzato da trasparenza e serietà nel trattare i delicati casi che il Consiglio d’Amministrazione si è trovato, di volta in volta, ad affrontare ed improntato ad assicurare pari dignità e pari diritti a tutti i lavoratori che alla C.P.A. si sono, nel tempo, rivolti.

I nostri candidati rappresentano l’organizzazione sul territorio, quasi tutti con un lungo lavoro già svolto sui posti di lavoro e provengono dalle diverse parti di cui è costituita l’Amministrazione.

Alcuni candidati hanno condotto, a vari livelli, e con capacità, attività sindacale votata alla difesa dei diritti e della dignità di tutti i lavoratori. Altri costituiscono, per serietà e preparazione, una adeguata garanzia di tutela delle aspettative degli iscritti alla C.P.A., istituto che, da solo, vale quanto mille aumenti contrattuali e, quindi, necessita di una attentissima e trasparente gestione.

Allego alla presente una scheda informativa che riassume alcuni aspetti importanti della Cassa di Previdenza.

IL CONSIGLIERE D’AMMINISTRAZIONE R.d.B. per la C.P.A.

Pasquale Aiello

 

VOTAZIONI

  • CANDIDATI PER IL CONSIGLIO D’AMMINISTRAZIONE: SI POSSONO ESPRIMERE 4 PREFERENZE;

  • CANDIDATI PER IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI: SI PUÒ ESPRIMERE 1 PREFERENZA.

DAI LA TUA PREFERENZA AI CANDIDATI DELLA LISTA

R.d.B. Pubblico Impiego

E' inclusa una ulteriore breve scheda informativa relativa all'istituto della C.P.A., nel comunicato sotto allegato, insieme alle liste dei lavoratori che hanno proposto la propria candidatura  per il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio dei Revisori, con l'RdB, su tutto il territorio nazionale e su entrambi i rami ex Infrastrutture e Trasporti.

Più in basso le notizie correlate del 2007 che testimoniano la necessità di difendere questo istitututo, ieri come oggi,  attraverso la lotta dei lavoratori.

 


RISULTATI ELEZIONI: ESSENDO IN ATTESA DEL DECRETO DEFINITIVO DI NOMINA I DATI SOTTOSTANTI DEVONO ESSERE CONSIDERATI PROVVISORI E VERRANNO AGGIORNATI APPENA POSSIBILE.

L'RdB P.I. RINGRAZIA TUTTI I COLLEGHI PER LA PREFERENZA  ACCORDATA AI NOSTRI CANDIDATI , ESPRIMENDO VIVO APPREZZAMENTO PER TUTTI COLORO CHE HANNO CONTRIBUITO ATTIVAMENTE ALLO SVOLGIMENTO DELLE ELEZIONI.

Qui i verbali della Commissione  elettorale centrale con i dati in dettaglio: Verbale CdA   Verbale Collegio dei Revisori contabili)

Nelle tabelle sottostanti i nominativi dei  lavoratori eletti ed i dati di riepilogo.

Eletti C.d.A
(Supplenti)
Eletti Consiglio Revisori(Supplenti)
AIELLO PasqualeFANTERA StefanoALBANESE Daniela
LICHINCHI VincenzoPOSCA G.B. Biagio
CARINO DuilioCICATIELLO Pasquale
CIPOLLA RitaMONFORTE Maurizio
VERTICCHIO CesareMERCURI Giuseppe
PIRAS LucaFRISTACHI Laura
POMPILI DeborahLONGONE M.Grazia
BASSANI MassimoBERTINI Alberto
BAGNARO BrunoLANDI Aniello

SIGLA
VOTI C.d.A.  - Totale 6633VOTI Collegio Revisori  - Totale 6061
RdB667524
UIL15311516
UGL296326
CONFSAL1139936
FLP401400
DIRSTAT70
CGIL13181440
CISL1128919
SDL83

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni