Trasporti: La RDBCUB respinge la proposta di revisione dell'accordo FUA 2007

Roma -

Nella riunione del 6 agosto 2008 l’amministrazione ha proposto alle organizzazioni sindacali di annullare l’accordo già raggiunto nel mese di febbraio (8 febbraio 2008, firmato da tutte le OO. SS.) e di sostituirlo con un altro accordo (i cui termini sono stati comunicati alle OO. SS. solo il giorno precedente) che recepisca tutte le osservazioni formulate dalla funzione pubblica il 20 giugno 2008.

Si cancellano, quindi, dall’accordo il già concordato passaggio di tutti gli ex A1s nell’ex posizione B2 (F1 e F2 della prima fascia in F1 della seconda fascia), secondo il nuovo contratto, subordinando ogni progressione interna alle aree alla definizione di nuovi profili professionali, si imputa l’importo delle posizioni organizzative alla parte fissa del FUA (riducendo proporzionalmente il numero di possibili progressioni economiche) e riducendo il FUA stesso di una quota di 307.841,33 euro, da accantonare fino all’assestamento di bilancio del 2008.

La RDBCUB, venuta a conoscenza nel corso della riunione che l’amministrazione non ha contestato (ed ha manifestato una grande difficoltà a tentare di contestare) tali osservazioni, preferendo annullare e sostituire l’accordo già concluso uniformandosi alle osservazioni stesse, ritiene inaccettabile tale sostituzione, sostenendo la piena validità dell’accordo raggiunto in febbraio, come pure ritiene ingiustificabile la passiva acquiescenza manifestata dall’amministrazione nei confronti delle osservazioni della funzione pubblica.

La scrivente O.S., pertanto, considera opportuno attivare ogni iniziativa per conseguire la piena applicazione dell’accordo di febbraio, a partire dalla mobilitazione dei lavoratori fino al confronto con il ministro (a tal fine la scrivente OO.SS. ha sollecitato anche i rappresentanti dell’amministrazione ad esperire ogni tentativo in tal senso, sostenendo coerentemente quanto già concordato in febbraio).

In relazione alle progressioni economiche proposte da attuare con la restante parte del FUA, non contrattata in febbraio, la RDBCUB ribadisce di ritenere opportuno:

1.    di procedere prima alla progressione di tutti coloro che non hanno conseguito alcun beneficio nell’ultima riqualificazione;

2.    poi di procedere alla progressione di tutti coloro che hanno conseguito solo benefici economici (posizioni super);

3.    successivamente, con le risorse residue, procedere a ulteriori progressioni.

 

La RDBCUB ritiene che l’annullamento di un accordo già concluso costituisca una gravissima lesione dei già ridottissimi diritti sindacali dei dipendenti pubblici  e invita quindi tutti i lavoratori a partecipare attivamente a tutte le iniziative che saranno intraprese allo scopo di contestare la politica assunta dal governo nei confronti del pubblico impiego e a garantire l’applicazione dell’accordo già raggiunto, ricordando che il 17 ottobre 2008 la stessa RDBCUB ha già indetto lo sciopero generale contro i provvedimenti del governo nei confronti del pubblico impiego.

Per maggiori dettagli, tutta la documentazione citata nel presente comunicato è consultabile sul nostro sito: (http://infrastrutture.rdbcub.it).

 

Coordinamento Nazionale RdBCUB Ministero Infrastrutture e Trasporti

 

 Renato SCIORTINO Massimo MANCINI Catia CARIGLIA Pasquale AIELLO

IN ALLEGATO ANCHE LA RISPOSTA DELL'AMMINISTRAZIONE INVIATA ALLA FUNZIONE PUBBLICA (IN DATA 8 AGOSTO 2008) A SEGUITO DELLA RIUNIONE DEL 6 AGOSTO 2008

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni