TRASPORTI - RDB FIRMA L'ACCORDO SUI FONDI DI SEDE 2008 PER LA CAPITANERIA DI PORTO DI FIUMICINO (ROMA)

Roma -

Oggi RDB ha firmato l'accordo relativo all'utilizzo dei fondi di sede del 2008 per la capitaneria di porto di Fiumicino: con tale accordo, la distribuzione dei fondi di sede è stata effettuata, su proposta della rappresentanza sindacale unitaria eletta presso tale sede, con un'equa ripartizione dell'incentivazione alla produttività tra tutti i lavoratori interessati, in base alla loro partecipazione alle funzioni civili della capitaneria stessa ed al processo di ristrutturazione del ministero. Questo sarà probabilmente l'ultimo accordo con il quale la distribuzione di tali fondi potrà assicurare una tale equa ripartizione, poiché come il contratto nazionale 2006-2009 prevede, agli articoli 22, 23 (comma 8), nei prossimi accordi dovrà essere prevista almeno una quota del 20 per cento da destinare all'apporto individuale di singoli lavoratori, su decisione dei dirigenti. Tale quota non potrà comunque più essere distribuita a tutti i lavoratori, come proposto dalla rappresentanza sindacale unitaria eletta presso la capitaneria di porto di Fiumicino, proposta sottoscritta da RDB, che ha sempre sostenuto che tutte le competenze accessorie debbano confluire in un unico fondo comune che renda possibile la corresponsione di una quattordicesima mensilità a tutto il personale, che percepisce stipendi del tutto inadeguati a condizioni di dignitosa sopravvivenza: malgrado l'enfasi posta sulla privatizzazione del rapporto di impiego pubblico, infatti, non è mai stata presa in considerazione la corresponsione di tale mensilità, mentre si continuano ad attaccare tanto i lavoratori pubblici quanto le funzioni, fondamentali, da essi svolte, sottraendo agli impiegati civili del ministero importanti competenze in materia di marina mercantile, come previsto dal nuovo schema di regolamento di organizzazione del ministero, recentemente presentato alle organizzazioni sindacali.

RDB ribadisce, ancor più in questi difficili tempi di crisi la necessità di adeguare i salari dei lavoratori pubblici alle condizioni reali dell'economia, potenziando e valorizzando la contrattazione e respingendo la proposta di vincolarne una parte all'arbitrio dei dirigenti.

 

Roma, 10 marzo 2009

 

 

Coordinamento nazionale RdB

Ministero Infrastrutture e Trasporti

 

Massimo Mancini

 

il testo dell'accordo nell'allegato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni