Attività “smartabili ed “indifferibili - confronto in corso

Roma -

Attività "smartabili" ed "indifferibili MIT confronto in corso

 Incontro OO.SS. 12 novembre 2020 

Nella riunione odierna le OO.SS. MIT  hanno incontrato  come previsto dal protocollo del 30 ottobre u.s. i due Capi Dipartimento Infrastrutture e Trasporti i quali hanno illustrato la programmazione delle attività eseguibili in  lavoro agile (cosiddette smartabili)  nei rispettivi settori, in parte richiamando precedenti circolari ed in parte allegando nuova documentazione.

USB ha presentato valutazioni e proposte, (vedi sito USB MIT) evidenziando alcune criticità emerse e per una  applicazione uniforme e non a macchia di leopardo come sta invece avvenendo nei settori, del protocollo del 30 ottobre.
Per contenere l’emergenza, come evidenziato da USB, è richiesta l’estensione massima delle attività eseguibili in remoto soprattutto attraverso una migliore e più omogenea organizzazione delle risorse e del lavoro (organizzazione, informatica, connettività, Sicoge, Documit, ecc. )

Tenuto anche conto della necessità attuale di definire poi ancor più con chiarezza le attività indifferibili nel MIT,  soggette all’ottemperanza del disposto del DPCM 3 novembre u.s. comma 4 lettera i  (vedi stralcio qui al link) USB ha chiesto, richiesta appoggiata dalla altre sigle, ai due responsabili di trasmettere dopo l’incontro di confronto odierno uno o due documenti di sintesi aggiornati e chiari per garantire omogeneità a livello decentrato in tutto il MIT, ivi comprese Capitanerie di Porto sebbene per quest’ultima si è rinviata la trattazione della materia  ad incontro successivo.
E’ stato peraltro comunicato, dal Capo Dip. Trasporti dr.ssa De Matteo, il blocco degli esami di guida provvisorio, con un Decreto ministeriale già previsto in data odierna probabilmente per le regioni “rosse”.

USB ha anche sottolineato con forza l’esigenza di porre attenzione agli effetti discriminatori dovuti all’ applicazione distorta delle misure emergenziali (garanzia di rotazione, tutele fragili, quote salariali, ecc.) confidando nell’azione del CUG così come la convocazione a livello decentrato Sedi Centrali (RSU) al fine di evitare la applicazione disomogenea, pur nella complessità delle  direzioni centrali, delle misure e della carenza di informazioni in riferimento ai casi di contagio.

Il Capo del Personale dr. Marco Guardabassi ha poi fornito informazione:

1) in merito a ricorsi presentati e pendenti sul bando passaggi di area, riservandosi l’Amministrazione di fare valutazioni in merito. Per USB PI, fatti salvi i diritti pieni dei ricorrenti ed i successivi esiti, non vanno bloccate procedure  avviate, con pregiudizio evidente per i lavoratori partecipanti. E' tuttavia è necessario un chiarimento dell'Amministrazione.
2)  è in via di “definitivo" superamento l’ulteriore empasse dovuto ai recenti interventi dell’ IGOP (MEF) sul Regolamento  incentivi  art. 113 d.lgs 50/16

In attesa delle note Dipartimentali saremo convocati a breve in merito alla questione buoni pasto non essendo stata trattato in data odierna per questioni tecniche.
La USB ha chiesto di integrare l’odg con “problematica ricorsi passaggi aree” e  “protocolli efficaci per il contenimento gestione casi Covid nei settori”, anche in applicazione del Protocollo MIT.

USB Pubblico Impiego  Ministero Infrastrutture e Trasporti

Roma,  12 novembre  2020

Coordinamento nazionale USB PI MIT      www.mit.usb.it

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati